INTERVENTI A FAVORE DI PERSONE IN CONDIZIONE DI DISABILITA’ GRAVISSIME DI CUI ALL’ART.3 DEL D.M. 26/09/2016

I cittadini disabili, riconosciuti in situazione di disabilità gravissima da parte della apposita Commissione Sanitaria Provinciale, possono accedere ai benefici economici .Per persone in condizione di disabilità gravissime, ai soli fini del presente intervento, si intendono le persone beneficiarie dell'indennità di accompagnamento, di cui alla L. 11/02/1980, n. 18, o comunque definite non autosufficienti ai sensi dell'allegato 3 del D.P.C.M. n. 159 del 2013

Data di pubblicazione:
05 Gennaio 2022
Immagine non trovata

INTERVENTI A FAVORE DI PERSONE IN CONDIZIONE DI DISABILITA’ GRAVISSIME  DI CUI ALL’ART.3 DEL D.M. 26/09/2016

(fornita da un familiare, convivente o non con il disabile in situazione di particolare gravità ovvero da operatore esterno individuato dal disabile stesso o dalla famiglia).

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO – ANNO 2021-

I cittadini disabili, riconosciuti in situazione di disabilità gravissima da parte della apposita Commissione Sanitaria Provinciale, possono accedere ai benefici economici previsti dalla normativa sopra richiamata.

Per persone in condizione di disabilità gravissime, ai soli fini del presente intervento, si intendono le persone beneficiarie dell'indennità di accompagnamento, di cui alla legge 11 febbraio 1980, n. 18, o comunque definite non autosufficienti ai sensi dell'allegato 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 159 del 2013, e per le quali sia verificata almeno una delle seguenti condizioni:

a)  persone in condizione di coma, Stato Vegetativo (SV) oppure di Stato di Minima Coscienza (SMC) e con punteggio nella scala Glasgow Coma Scale (GCS)<=10;

b) persone dipendenti da ventilazione meccanica assistita o non invasiva continuativa (24/7);

c)  persone con grave o gravissimo stato di demenza con un punteggio sulla scala Clinical Dementia Rating Scale (CDRS)>=4;

d) persone con lesioni spinali fra C0/C5, di qualsiasi natura, con livello della lesione, identificata dal livello sulla scala ASIA Impairment Scale (AIS) di grado A o B. Nel caso di lesioni con esiti asimmetrici ambedue le lateralità devono essere valutate con lesione di grado A o B;

e)  persone con gravissima compromissione motoria da patologia neurologica o muscolare con bilancio muscolare complessivo ≤ 1 ai 4 arti alla scala Medical Research Council (MRC), o con punteggio alla Expanded Disability Status Scale (EDSS) ≥ 9, o in stadio 5 di Hoehn e Yahr mod;

f)  persone con deprivazione sensoriale complessa intesa come compresenza di minorazione visiva totale o con residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con eventuale correzione o con residuo perimetrico binoculare inferiore al 10 per cento e ipoacusia, a prescindere dall’epoca di insorgenza, pari o superiore a 90 decibel HTL di media fra le frequenze 500, 1000, 2000 hertz nell’orecchio migliore;

g) persone con gravissima disabilità comportamentale dello spettro autistico ascritta al livello 3 della classificazione del DSM-5;

h) persone con diagnosi di Ritardo Mentale Grave o Profondo secondo classificazione DSM-5, con QI<=34 e con punteggio sulla scala Level of Activity in Profound/Severe Mental Retardation (LAPMER) <=8;

i)    ogni altra persona in condizione di dipendenza vitale (vedi Allegato 2 del D.M. 26/09/2016) che necessiti di assistenza continuativa e monitoraggio nelle 24 ore, sette giorni su sette, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psico­fisiche.

 

            Saranno esclusi dal beneficio economico:

  • i soggetti ospiti di strutture residenziali;
  • i soggetti che beneficiano del contributo regionale previsto per il progetto “Vita Indipendente”;
  • i soggetti che beneficiano del contributo previsto per le persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA);
  • i soggetti che beneficiano dell’intervento a favore di minori affetti da malattie rare di cui alla DGR n. 475/2019;
  • i soggetti beneficiari della misura “Assegno di cura”.

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE ALLA COMMISSIONE SANITARIA PROVINCIALE.

La  domanda di riconoscimento della condizione di disabilità gravissima di cui all’art. 3 c. 3 del D.M. 26/09/2016, deve essere inoltrata alla  Commissione Sanitaria Provinciale territorialmente competente, operante presso l’Area Vasta n. 2, tramite spedizione con raccomandata con ricevuta di ritorno (indirizzata a “SEGRETERIA COMMISSIONE SANITARIA PROVINCIALE A.V. 2 – ANCONA – Piazza del Comune, 4 - 60027 OSIMO (AN)” )  o tramite PEC all’indirizzo areavasta2.asur@emarche.it

 

Non devono fare domanda coloro che alla data del 25 FEBBRAIO 2022 possiedono già la certificazione attestante la condizione di “disabilità gravissima”.

Saranno escluse le domande che perverranno alle Commissioni sanitarie provinciali oltre il suddetto termine o che risulteranno incomplete della documentazione richiesta ovvero prive del verbale di riconoscimento dell’indennità di accompagnamento e/o della certificazione medica specialistica.

 

ENTRO IL TERMINE PERENTORIO DEL 25 FEBBRAIO 2022, PENA L’ESCLUSIONE

 

Alla domanda il richiedente allega:

  1. verbale di riconoscimento dell’indennità di accompagnamento, di cui alla legge 11 febbraio 1980, n. 18 o di cui all’allegato 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 159 del 2013;
  2. certificazione medica specialistica di struttura pubblica o privata, convenzionata e/o accreditata, redatta secondo il modello di cui all’allegato “C” attestante una delle condizioni previste dalla lettera a) alla lettera i) di cui all’art 3 c. 2 del D.M. 26/09/2016 sopra riportati;

 

In riferimento alla lettera i) l’utente dovrà produrre certificazione specialistica di struttura pubblica o privata convenzionata e/o accreditata che certifichi la condizione di dipendenza psico-fisica inerente alla patologia di cui è portatore, attestando quindi la condizione di “dipendenza vitale”, secondo l’allegato 2 del DM  26/09/2016 “Altre persone in condizione di dipendenza vitale”.

La Commissione sanitaria provinciale acquisita la documentazione ne verifica la congruità ai fini del riconoscimento della condizione di “disabilità gravissima” potendo anche, se necessario, sottoporre ad accertamento collegiale la persona richiedente.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER L’OTTENIMENTO DEL BENEFICIO ECONOMICO

Qualora l’esito dell’accertamento socio-sanitario avanzato alla Commissione Sanitaria Provinciale sia stato positivo, la persona con disabilità o il genitore o il familiare o l’esercente la potestà o tutela o amministrazione di sostegno dovranno provvedere immediatamente alla presentazione della richiesta di contributo, utilizzando il modello di cui all’allegato “E”. 

Tale domanda dovrà pervenire al Comune di residenza entro e non oltre il giorno 10 Aprile 2022, pena l’esclusione, a mezzo posta raccomandata A/R all’indirizzo del Comune di Loreto – Corso Boccalini, n. 32 60025 (AN), a mezzo PEC all’indirizzo comune.loreto@emarche.it o consegnate all’Ufficio Protocollo Comune di Loreto, telefono 071/750561.

L’Ufficio Servizi Sociali del Comune fornisce l’apposita modulistica predisposta dalla Regione Marche, nonché informazioni ed assistenza alla compilazione.

Il referente dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Loreto all’uopo preposto è l’Assistente Sociale Dott.ssa Lucia Consuelo Curella, orari di ricevimento – Piazza Garibaldi, n. 1, dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 13:00 e martedì e giovedì dalle 15:00 alle 18:00 per appuntamento chiamare il numero di telefono 071.7505681 - mail: curella.loreto@regione.marche.it.

 

Per  informazioni  Ufficio  di  Promozione  Sociale – Assistente  Sociale  Dott.ssa Cristina  Martini, telefono 071.7505663 – mail:  ups@comuneloreto.eu

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 05 Gennaio 2022